Premesso che le principali funzioni assunte dalla Corte costituzionale sono indicate, almeno in termini generali dalla Costituzione e dalle leggi costituzionali, analizziamo più nel dettaglio quelli che sono i suoi compiti. La più importante ed antica funzione assunta dalla Corte costituzionale è di decidere le controversie «relative alla legittimità costituzionale delle leggi e degli atti aventi forza di legge dello Stato e delle Regioni» (articolo 134, prima parte, della Costituzione).

Casa di cura di Castel Morrone sarebbe a breve stato dimesso, ma il giudice Giovanna Caso, della prima sezione civile del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, ha deciso che il paziente dovrà essere sottoposto a tampone prima della sua dimissione, dato che ci sono stati contagi nei soggetti ricoverati in quella struttura, quindi secondo il giudice "non può escludersi il contagio". 
Il figlio, l’ Avvocato Angelo Cocozza ha sollevato il caso.

Tutta la cronaca locale e nazionale ne ha parlato.

Riportemo a seguire le anteprime delle testate giornalistiche che hanno seguito il caso con i link ai relativi articoli per coloro che volessero approfondirne la lettura

La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti.

Nessuno può essere obbligato a un determinato trattamento sanitario se non per disposizione di legge.

La legge non può in nessun caso violare i limiti imposti dal rispetto della persona umana.

La Costituzione Italiana afferma che lo stato di salute è un diritto inviolabile e fondamentale per ognuno di noi. Stato di salute inteso come benessere fisico e psichico, e non solo assenza di malattia.

Essere un diritto per la popolazione vuol dire poter ricevere trattamenti medici preventivi o cure in caso sia necessario, in modo da poter garantire uno stile di vita salubre. Proprio per questo motivo, il malato ha una serie di agevolazioni durante lo stato di malattia. Sono state redatte dalle Asl delle varie regioni le Carte dei Diritti del malato. Le normative in esse presenti definiscono i diritti fondamentali per colui che deve usufruire del sistema sanitario.

Il chiamato all'eredità, che abbia ad essa rinunciato, non risponde dei debiti del "de cuius", in quanto la rinuncia ha effetto retroattivo ai sensi dell'art. 521 c.c., senza che, in ragione di ciò, assuma rilevanza l'omessa impugnazione dell'avviso di accertamento notificato al medesimo dopo l'apertura della successione, stante l'estraneità di detto chiamato alla responsabilità tributaria del "de cuius", circostanza che è, di conseguenza, legittimato a far valere in sede di opposizione alla cartella di pagamento.

(Cassazione civile, Sez. V, ordinanza n. 13639 del 30 maggio 2018)

Pagina 1 di 2