ll proprietario del veicolo, il quale al momento del sinistro viaggiava sul cofano dello stesso come trasportato mentre alla guida vi era un minore di età, ha diritto ad ottenere dall'assicuratore il risarcimento del danno derivante dalla circolazione non illegale del mezzo, senza che assuma rilevanza la sua eventuale correponsabilità, salva l'applicazione, in detta ipotesi, dell'art. 1227 c.c.

La sentenza penale che accerta la circonvenzione di incapace ha rilevanza anche nel procedimento civile di annullamento del testamento. Pertanto, l’accertamento del fatto in sede penale ha effetti sulla decisione, sullo stesso fatto, nel giudizio civile. Lo stabilisce la Cassazione civile, sez. II, ordinanza 15 giugno 2020, n. 11467.

Pronunciando sul gravame proposto da L.G. avverso l’ordinanza ex art.702 bis c.p.c. del Tribunale Civile di S. Maria Capua Vetere e accogliendo la tesi prospettata dall’estensore della presente nota (in qualità di difensore del ricorrente, con il determinante contributo dell’Avv. Marco Scagliola), la Corte di Appello di Napoli, con un’ innovativa pronuncia (Sentenza n.2522 dell’8 luglio 2020 – Pres. Massimo Sensale – Rel. Silvana Sica) ha dichiarato sussistere pieno valore probatorio negli elementi addotti dalla parte ricorrente, aventi carattere di comune notorio da cui ricavare parametri da valutare equitativamente al fine di quantificare i presumibili esborsi per il mantenimento di un figlio sul presupposto delle sue molteplici esigenze in un determinato arco temporale ed in relazione ad un delineato contesto socio-economico.